Btp: la nuova mappa del Tesoro

25 gennaio 2012
Di

btpLe immediate previsioni post taglio del rating di affidabilità erano tutte orientate per un sostanzioso calo dei loro prezzi. E, a parere degli analisti, neppure le quotazioni dei classici Btp, le emissioni a cedola fissa, sarebbero rimaste indenni. Il paragone con il livello di rendimento dei titoli irlandesi (circa un punto in più su tutta la curva), a cui è attribuito lo stesso rating assegnato ora all’Italia (BBB+), faceva temere che il prezzo del Btp decennale avrebbe finito per scendere a poco più di cinque punti al di sotto del valore della chiusura di venerdì 13 gennaio. Se la differenza di rendimento tra Dublino e Roma si fosse azzerata (Irlanda decennale al 7,47%, Italia decennale al 6,60%), fissandosi al valore più alto, il prezzo del Btp lungo sarebbe sceso da 89,03 a 83,51.

E invece è andata diversamente. I rendimenti, non i prezzi, sono scesi. Sia per l’Italia che per l’Irlanda, mantenendo una distanza che, venerdì 20 gennaio, si attestava intorno a un punto, con il 7,12% per Dublino e il 6,25% per i nostri Btp.

Il buon esito delle aste di gran parte dei governi di area euro meno virtuosi della Germania (Spagna e Francia in testa) rappresenta un buon viatico per le nuove richieste del Tesoro italiano. A partire da domani verranno comunicati quantitativi e tipologie di titoli, mentre tra giovedì e lunedì prossimi avranno luogo alcune aste. Non saranno le uniche occasioni da sfruttare, perché, oltre alle sottoscrizioni in offerta, il mercato secondario è prodigo di occasioni.

I prezzi di alcuni Cct e Btp indicizzati all’inflazione invitano a destinare loro una quota del patrimonio. Aggiungendo l’attuale costo della vita (3%) il Btp 2014 supera il 7% lordo, se si ipotizza un’inflazione intorno al 2% si scende intorno al 6%, con un rendimento comunque superiore al titolo tradizionale di pari durata (intorno al 4%). Analoga strategia può essere applicata ai Btp con durata almeno quinquennale, perché la loro redditività è particolarmente interessante (5,22%).

Tag: , , , , , , , ,

Lascia una risposta



Letture