Mario Draghi entra nell’European Systemic Risk board

20 gennaio 2011
Di

Mario Draghi, governatore della Banca d’Italia dal 2006, è stato nominato membro dell’ European Systemic Risk Board, l’organismo creato recentemente dall’Unione Europea  per prevenire eventuali future crisi finanziarie. La notizia è comparsa sulle maggiori testate giornalistiche nel corso del pomeriggio.

Il presidente del nuovo organismo, Jean Claude Trichet, che riveste attualmente l’ incarico di governatore della Banca Centrale Europea, ha dichiarato i nomi dei membri scelti al termine della prima riunione del comitato direttivo appena costituitosi nella sede di Francoforte, scegliendo anche come braccio destro il presidente della banca centrale di Inghilterra, Mervyn King. Per il momento è stato previsto che i neoletti membri avranno una carica di tre anni all’interno del comitato. Oltre a Draghi, faranno parte del nuovo organismo Axel Weber (Bunsesbank), Athanasios Orphanides, rappresentante della Banca cipriota, e Marek Belka, governatore della banca centrale polacca. La nomina di Presidente del Comitato Tecnico Consultivo è stata invece assegnata al presidente della Sveriges Riksbank, Stefan Ingves.

Draghi e Weber erano considerati dei candidati ideali per il Systemic Risk Board, dato che essi sono considerati ormai a livello europeo i principali rivali nella lotta alla prossima presidenza della Banca Centrale Europea, che Trichet dovrà lasciare a un successore il prossimo ottobre.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture