Consumi di metano vicini a livelli pre-crisi

23 gennaio 2011
Di

AnigasAnigas, l’associazione confindustriale degli operatori, rilascerà nei prossimi giorni i dati a consuntivo 2010 che confermeranno come il consumo di gas si trovi ora a livelli prossimi a quelli pre-crisi, segno di una ripresa economica oramai in essere.

Passando ai dati si vede come nel 2010 il consumo complessivo di metato sia stato pari a 82,8 miliardi di metri cubi, 6,6% in piò rispetto al 2009 e di solo il 2,04% al di sotto del 2008, anno record da 84,5 miliardi di metri cubi.
E’ il settore industriale a spingere maggiormente con un incremento dell11,1% a fronte di un 4% del settore termoelettrico.

Un’Italia in piena spinta, ma anche parecchio dipendente da questa fonte energetica. Tra le incognite vi è la stabilità politica di alcuni paesi fornitori, tra cui ad esempio la Tunisia e infati le importazioni di gas algerino tramite il gasdotto TransMed, la scorsa settimana sono risultate dimezzate passando dai 95 milioni a 53 milioni di metri cubi.
Restano comunque in cantiere per il futuro una molteplicità di progetti di gasdotti come il Galsi per il quadrante sud e le imponenti opere come Nabucco o South Stream per il quadrante est. L’Italia potrebbe diventare un profittevole hub del gas per l’intero continente europeo.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture