Cassa integrazione a livelli record in Italia

24 gennaio 2011
Di

Cassa integrazioneLe nuove elaborazioni delle rilevazioni Inps per il mese di dicembre evidenziamo come siano oltre 1,2 miliardi le ore di cassa integrazione autorizzate, che tradotte in persone vogliono dire ben 580 mila lavoratori coinvolti per un tagli del reddito stimato in oltre 4,6 miliardi di euro.

Secondo il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Scudiere, quello dell’anno scorso sarebbe “il risultato peggiore di sempre” anche peggio del 2009 quando si era in piena crisi industriale. Questo dato va letto in parallelo anche al calo degli ordinativi ricevuti dal settore industriale. Il 2010 vede quindi un +31,7% sul 2009 per l’aumento delle ore di cassa integrazione autorizzate.

I lavori in cassa integrazione, delinea un’area di forzata inattività produttiva e se si associasse questo numero a quello delle persone che oramai hanno perso la speranza di riuscire a recuperare un posto di lavoro, la disoccupazione in Italia potrebbe essere valutata con una percetuale oscillatnte tra 10,7% e 11,4%. I cosidetti “scoraggiati” secondo le stime sarebbero 114562 persone che hanno rinunciato ad iscriversi alle liste di collocamento.

Sono le regioni del nord ad essere le più colpide dal ricorso alla cassa integrazione durante tutto l’arco del 2010, con al primo posto la regione Lombardia con circa 150516 lavoratori, seguita da Piemonte e Veneto.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture