Incertezza in Europa, si attendono segnali

26 gennaio 2011
Di

Le borse Europee proseguono nell’incertezza, dopo la diffusione infatti,dei dati del Regno Unito che vedono il Pil in ribasso dello 0,5%, un dato se non allarmante, comunque peggiore rispetto alle aspettative.

La notizia che desta piu’ preoccupazione è quella di due giorni fa, quando il Governo di Madrid ha annunciato che le casse di risparmio hanno bisogno di liquidita’, dopo questa notizia infatti, il rialzo si è verificato solo per Francoforte dove il Dax ha guadagnato lo 0,19% a 7.081 punti. Ecco che a questo proposito nulla è piu’ atteso del riscontro da parte di Barack Obana, al vertice della riunione della Federal Reserve, che si chiude oggi. Al centro della discussione, il recupero dell’economia del mondo.

Riportiamo brevemente quanto spiegato dagli analisti di Commerzbank: “l’attenzione del mercato non si concentra su un possibile aumento dei tassi, ma sul fatto che la Federal Reserve potrebbe adeguare il suo programma di acquisti di bond dopo  i recenti indicatori deludenti, soprattutto sulla salute del lavoro, anche se la Fed non dovesse aumentare l’importo complessivo dei riacquisti , qualsiasi segno che l’istituzione è un po’ meno ottimista sulla ripresa degli Stati Uniti rispetto alla sua ultima riunione, potrebbe alimentare la speculazione su una nuova ondata di misure per sostenere l’economia”.

Intanto per oggi è attesa la riunione del Fomc, dove sara’ interessante capire se la Fed, presa coscienza dei lievi miglioramenti dell’economia di queste ultime settimane, sara’ in grado di confermare l’impegno preso a tenere bassi i tassi per un periodo a lungo termine con un progresso stimato intorno al 3,5%.

Nessun rialzo del tasso di interesse invece per Europa e Stati Uniti prima del 2012, le condizioni economiche sono ancora da tenere sotto controllo, ancora da monitorare infatti il mercato immobiliare e la disoccupazione, purtroppo, anche se in lieve ripresa, risulta ancora essere un dato allarmante ed instabile, non solo per il nostro Paese ma per tutta l’Europa.

Tag: , , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture