Telecom Italia esce da Cuba: ceduta la partecipazione in Etecsa

31 gennaio 2011
Di

Telecom Italia ha terminato la cessione della partecipazione alla società Etecsa, di cui possedeva il 27% del capitale, alla finanziaria cubana Rafin. La cessione è stata ultimata per la cifra di 706 milioni di dollari: l’importo è già stato pagato per 500 milioni con autorizzazione governativa, e il resto della cifra verrà versato in 36 rate mensili garantite. Il titolo in borsa della società non ha però tratto vantaggi dalla notizia, perdendo nel rpimo pomeriggio lo 0,38% a 1,05 euro.

L’amministratore delegato di Telecom, Franco Bernabé, ha commentato: “Con la cessione della partecipazione del 27% di Etecsa inizia per Telecom una fase diversa”. Questa operazione va infatti a concludere il processo di dismissioni e razionalizzazione del portafoglio dell’azienda italiana. I progetti futuri vedono Telecom impegnata in partecipazioni in Argentina e Brasile, che pianificano anche una forte potenzialità in espansione su cui l’azienda potrà mantenere il controllo. “Questo ci restituisce una prospettiva internazionale in America latina, in Brasile e Argentina con un mercato in crescita”.

Nel frattempo Telecom è riuscita a ridurre i costi, migliorando considerevolmente l’offerta sul mercato, e allo stesso tempo si è assicurata una riduzione dell’indebitamento. Difficile stabilire se sia questa la ragione per cui Bernabé ha voluto precisare, riguardo al brusco calo in borsa di venerdì scorso:” Non mi preoccupo dei rapporti degli analisti”.

Tag: , , , , ,

Lascia un commento



Letture