BTp, ancora in calo spread con Bund

3 febbraio 2011
Di

Ancora sedute positive quelle che riguardano le aste periferiche e le quotazioni dei titoli del debito sul mercato; un clima di maggiore fiducia e di minore avversione al rischio che sta sempre più coinvolgendo i nostri titoli infrannuali e poliennali, con esiti di rialzo delle quotazioni e di ribasso dei relativi rendimenti.

Anche in questi ultimi due giorni, vi è stato un restringimento del differenziale sui tassi rispetto ai Bund tedeschi, il cosiddetto spread, grazie all’avvertita riduzione del rischio per tutti i Paesi periferici dell’Eurozona. Ancor prima, infatti, che si ufficializzasse la notizia che il vertice europeo in corso da giorni darebbe il via libera all’ipotesi di utilizzare il fondo Efsf, per acquistare titoli di stato, nel caso di difficoltà di qualche Paese, il mercato ha reagito intensificando quel clima di fiducia, che sembra avere attecchito in Europa, nelle sedute delle ultime tre settimane.

E così, ad esempio, negli ultimi giorni, il Tesoro ha potuto collocare 350 milioni di BTp a 3 anni e 325 milioni di BTpa 10 anni verso operatori specialisti, riscuotendo un forte successo di domanda, pari a 1,187 miliardi per i primi e a 2,4 miliardi per i decennali. Forte riscontro anche per i 150 milioni di CcTeu offerti dal Tesoro e che ha trovato una domanda di mercato di ben 850 milioni di euro.

Ottime notizie anche sul secondario, dove lo spread con i Bund si è ridotto in questa mattinata a 128 punti base; già ieri, il differenziale si era portato sotto quota 150 bp, intorno ai 144. Solo la scorsa settimana viaggiava intorno a 180 bp e a inizio gennaio si era arrivati anche ben oltre i 200 bp.

Così, ancora, la scorsa settimana il rendimento di BTp decennale era di circa il 4,80%, mentre già ieri eravamo sui 4,516%, mentre per scadenze a tre anni, il titolo viaggia su rendimenti sotto il 2,30%.

Limature significative e quotidiane che al momento ci lasciano pensare che si sia sgonfiata la speculazione in atto contro i nostri bond.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture