Piazza Affari, acquisti su Unicredit

4 febbraio 2011
Di

Piazza AffariSegno piu’ a Piazza Affari, il Ftse All Share guadagna lo 0,66% e l’indice Ftse Mib avanza dello 0,72%, in attesa dei mensili Usa, mentre il consenso verso Reuters attesta una crescita di 145.000 posti di lavoro a gennaio.

Fiducia anche rivolta al vertice europeo dei capi di Stato e di governo oggi a Bruxelles, occupati a discutere della crisi dell’euro e del potenzionamento del fondo di stabilita’ Efst, mezzo adottato per il salvataggio dell’ Irlanda, che ha gia’ favorito anche il nostro mercato italiano.

A Milano occhi puntati su Enel (+2,22% a 4,267 euro), forte anche del possibile aumento del dividendo. Unicredit in testa (+2,28& a 1,888 euro), che dopo la call di Golman Sachs si fa notare un certo interesse di acquisto da parte degli istituzionali esteri; si acquistano infatti titoli delle banche europee tranne delle spagnole. L’elevata esposizione di Unicredit ha portato la Golman Sachs ad aggiungere il titolo dell’istituto di Piazza Cordusio alla convinction buy list motivazione che viene data anche dal fatto di un possibile miglioramento del mercato di credito per i Periferici che vedono in Paesi come Russia, Poloni, Turchia, la possibilita’ di un dato positivo  anche sul controllo dei costi.

I broker sono convinti che-l’utile netto di Unicredit rimbalzera’ in maniera significativa nel 2011- cancellando, almeno in parte le preoccupazioni del mercato, permettendo al titolo stesso un re-rating.

Fa discutere invece il titolo Rcs (+1,88% a 1,19 euro) in attesa del confronto tra i soci e sospesa Zucchi in un rialzo teorico del + 16% mentre trapelano le indiscrezioni sul patron della Diesel, Renzo Rosso, relative al suo possibile ingresso.

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture