Usa: scende a livelli minini la disoccupazione

5 febbraio 2011
Di

Disoccupazione USAUn dato evidenziato negli USA, che vede, rispetto all’aprile 2009, la disoccupazione scendere ai minimi. A gennaio sono stati creati 36mila nuovi posti di lavoro, dato rilevato dal Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti. Dato sceso al 9% ma in calo anche le persone che cercano lavoro.

A gennaio i disoccupati hanno registrato il numero di -590mila, ed il dato della forza lavoro è sceso di -162mila unita’ insieme pero’ al rialzo delle payrolls di novembre e dicembre.

Da sottolineare il fatto preoccupante che vede in diminuzione il numero di persone in cerca di lavoro, uomini e donne che si sono arresi alla situazione di sconforto. Altro dato significativo è che nel settore privato sono stati creati 50mila posti di lavoro, ad esclusione delle agenzie governative, mentre il settore manifatturiero ha riportato il +49 mila rispetto all’atteso +10mila. Per quanto riguarda il settore privato si registra un +145mila, ovvero +187 mila occupati nel settore privato rispetto ai +150mila della stima Adp.

A tale proposito, ha rilasciato una dichiarazione il Presidente Ben Bernanke di Federal Reserve ” l’economia si sta rinforzando, tuttavia la disoccupazione non scende alla velocità che vorremmo”, con questo ritmo si prevede infatti che ci vorranno ancora minimo quattro anni prima che la situazione si possa dire finalmente stabile. A questa notizia i mercati hanno avuto una reazione contenuta, l’indice Mib ha tracciato a Piazza Affari +1,02% a quota 22,673 mentre il dollaro ha guadagnato terreno rispetto alle atre valute principali portando il cross euro dollaro ad una soglia inferiore di 1,36 dollari.

Tag: , , , , ,

Lascia un commento



Letture