Bund, bene quotazioni dopo asta Treasuries

10 febbraio 2011
Di

Dopo la buona performance dei Treasuries di ieri (l’asta sui titoli bond americani), aprono oggi in postivo i Bund tedeschi, sospinti dalle buone notize che giungono da oltre oceano e dalla buona performance generale dei titoli bond europei, periferici in testa.

Un trader dichiara che l’andamento è positivo e ci si attende un buon risultato anche dall’asta di domani, quando la Germania collocherà i suoi titoli trentennali, dove si misurerà lo stato di fiducia degli operatori sull’economia tedesca e non solo, data la scadenza lunga dei bond.

Unico problema potrebbe giungere nei prossimi giorni a causa delle tensioni inflazionistiche, causate dal rialzo del prezzo del greggio e delle commodities, che potrebbero sospingere al rialzo i rendimenti di mercato dei titoli, in vista di una maggiore attesa di erosione degli stessi, per l’aumento dei prezzi.

Già segnali in tal senso potrebbero presto arrivare da Londra, dove la Bank of  England potrebbe rivedere al rialzo i tassi di riferimento, dando vita a una stretta monetaria, che dovrebbe anticipare quella della BCE, prevista per inizio primavera.

Se ciò si avverasse, è inevitabile un aumento dei rendimenti “core”, peraltro, oggi, a livelli minimi.

Intanto, sui mercati finanziari europei c’è attesa per l’asta dei BoT e dei  BTp italiani. Il Tesoro offre 7,5 miliardi in titoli annuali, che segneranno il termometro degli operatori, riguardo alle possibili implicazioni degli aumenti del greggio sui prezzi. Ci sia aspetta un esito positivo, sostenuto dal coincidente scadere di titoli BoT per 7,7 miliardi, che dovrebbe creare le premesse per una liquidità sufficiente ad assorbire l’offerta dei nuovi titoli.

Vi diamo adesso i rendimenti dei Bund, per le varie scadenze, che fungono da parametro di riferimento per tutti gli europei:

Bund 2 anni: 1,448%; Bund 10 anni: 3,290%; Bund 30 anni: 3,773%.

Domani vedremo in quale misura il surriscaldamento delle aspettive di inflazione si ripercuoterà sui rendimenti trentennali dei Bund, anche se i maggiori effetti dovrebbero esserci sulle scadenze a breve-medio termine.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture