Cresce la produzione industriale italiana dopo il crollo del 2009

11 febbraio 2011
Di

Il 2010 ha portato effettivamente una ripresa rispetto alla devastante crisi del 2009: a dirlo sono questa volta i dati riguardanti la produzione industriale italiana, che ha visto una crescita l’anno scorso il 5,5%, considerato l’indice grezzo. Nel 2009 era stato registrato un calo del 18,4%. In generale le cifre relative a ogni mese del 2010 sono state sempre positive (dicembre ha visto un +0,3% rispetto a novembre), ma il confronto con il 2009 è in qualche caso sorprendente: a dicembre è stato registrato un +8,7 rispetto all’anno precedente.

I dati, resi noti in data odierna dall’Istat, hanno rivelato aumenti congiunturali per il settore energetico (+4,7%), per i beni di consumo (+1,4% per il totale, +1,7% per i beni non durevoli, -0,1% per i beni durevoli) e per i beni intermedi (+1%). L’unico calo registrato è stato quello relativo ai beni strumentali (-1,7%). I segni positivi sono stati notati anche sul piano tendenziale, riguardo all’indice della produzione industriale corretto per gli effetti di calendario sempre negli stessi settori, soprattutto in quello energetico (comprendendo sia l’energia elettrica che, più strettamente, le fonti petrolifere e di coke); diminuzioni relativamente ampie hanno invece riguardato da vicino i settori dei computer, di elettronica e di ottica (-13,1%), dei prodotti dell’industria farmaceutica (-7,4%) e in misura minore dell’attività estrattiva (-3,6%).

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture