La Cina è diventata la seconda economia del mondo

15 febbraio 2011
Di

La Cina ha ufficialmente sorpassato il Giappone per quanto riguarda il PIL, balzando al secondo posto nella classifica mondiale. L’economia cinese è, infatti, cresciuta nel 2010 del 10,3%, scavalcando quella giaponese e conquistando la seconda posizione dopo gli Stati Uniti. Il Pil del Giappone è pari a 5.474,2 miliardi di dollari, mentre quello cinese è equivalente a 5.878.6 miliardi di dollari.

Il paese del Sol Levante perde quindi lo storico secondo posto, che conservava ormai dal lontano 1968. Se il Giappone nel 2010 è cresciuto del 3,9%, ciò non è bastato a superare il tasso di crescita cinese, attestatosi al 10%. Il neo ministro dell’Economia e delle Politiche Fiscali di Tokyo, Kaori Yosano, ha dichiarato che «è meritevole di lode» il risultato conseguito da Pechino, grazie agli sforzi compiuti da governo e popolazione. Il Giappone ha dovuto affronate un notevole calo delle esportazioni e della domanda interna, mentre la Cina ha puntato tutto sull’industria manifatturioera, vincendo la scommessa. Secondo il ministro la forte crescita della Cina «porterà anche qualche beneficio all’economia nipponica». Nonostante il tasso di crescita cinese, resta il fatto che un giapponese guadagna 10 volte di più di un cinese ed il Giappone resta comunque 10 volte più ricco del gigante asiatico, così come dimostrano i dati del Pil pro capite diffusi dal Fondo monetario internazionale. In ogni caso, la Cina punta al sorpasso degli Usa nel giro di 10 anni, avendo scavalcato la Germania (ora quarta) ed il Giappone (terzo) nel 2010. «È realistico affermare – ha detto Tom Miller alla Bbc – che nel giro di dieci anni la China vanterà grosso modo un’economia come quella americana».

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture