Il Nord-Est italiano ispirato dal modello tedesco

15 febbraio 2011
Di

La Germania, con i suoi numeri sulla crescita e la produzione industriale, è diventata fonte di ispirazione per gli imprenditori del Nord-Est italiano, i quali per vicinanza geografica, affinità produttive e sbocchi di mercato, si confrontano quotidianamente con il mercato tedesco.

Quest’ultimo infatti assorbe il 14% delle esportazioni provenienti dal Nord-Est italiano. Secondo Andrea Tomat, presidente di Confindustria Veneto, il quale conosce bene il mercato tedesco, poiché da manager ha vissuto e lavorato a lungo in Germania, ha affermato che «Il successo economico tedesco viene da molto lontano, da un’enfasi sulla ricerca, sul rapporto intenso e proficuo tra università e imprese che data dall’800 e che già allora contribuiva a fare della Germania la prima potenza industriale al mondo». Tomat afferma, inoltre, che già negli anni 80 Deutsche Bank e Deutsche Post concedevano ai cittadini servizi eccezionalmente più efficienti dei nostri. Nel Nord-Est italiano, per quanto riguarda le relazioni industriali, il comune denominatore è basato tutto nella bassa conflittualità sindacale, al punto che molti imprenditori di questa zona geografica italiana, commentando le polemiche originate dalla nuova flessibilità introdotta da Sergio Marchionne nelle fabbriche di Fiat, si domandano dove sia la novità: «Qui di Mirafiori ce ne sono già tante – dice Daniele Marini – e non sono rari accordi aziendali sottoscritti anche dalla Cgil-Fiom nella meccanica. La struttura produttiva è fatta essenzialmente di Pmi e la maggior parte di queste, circa il 58%, è stata fondata da ex operai, che a loro volta hanno assunto ex colleghi. Nella piccola e media impresa dell’area, vista come comunità d’intenti, non si riproduce quindi la contrapposizione tra capitale e lavoro». Se il Nord-Est imita il modello tedesco, il resto dell’Italia dovrebbe imitare quello del Nord-Est, visto e considerati i risultati ed i numeri realizzati dalle aziende friulane, venete e trentine.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture