Turismo in crisi, i dati lo confermano

17 febbraio 2011
Di

Aereo “Nel 2010 si osserva una consistente diminuzione del numero di viaggi di vacanza breve (-18,7%), in linea con quanto già osservato nel 2009, anno in cui si era interrotta la crescita che questo tipo di soggiorni aveva mostrato fino ad allora. Il calo delle vacanze brevi, passate da 49 milioni e 993 mila del 2009 a 40 milioni e 654 mila del 2010, ha dunque determinato una diminuzione del numero complessivo dei viaggi di vacanza nell’anno (-11,4%).” Sono questi i dati Istat relativi a vacanze brevi e viaggi di lavoro a testimonianza della contrazione dei consumi che interessato l’Italia in un periodo di crisi economica.

L’Istituto nazionale di statistica ha stilato anche un identikit del viaggiatore nostrano spiegando come “in ogni periodo dell’anno, i giovani e gli adulti viaggiano di più. In particolare, nel periodo estivo effettuano almeno una vacanza il 63% dei bambini di 0-14 anni, il 55,8% della popolazione di età compresa tra i 25 e i 44 anni e poco più della metà dei giovani tra i 15 e i 24 anni. Gli anziani (65 anni e oltre) viaggiano meno, sia nel trimestre estivo (soltanto il 20,6% effettua almeno una vacanza) sia negli altri periodi dell’anno”.

Ed è proprio a chi ha sempre la valigia pronta che si rivolgono i comunicati delle associazioni di tour operator che, da tempo lamentano una crisi nel settore turismo, ma che di recente sono tornati alla carica, in seguito ai fatti di cronaca che hanno minato la sicurezza dei viaggi in Egitto e nel Medio Oriente in generale.

Tag: , ,

One Response to Turismo in crisi, i dati lo confermano

  1. […] di Alba da finanzaok.com […]

Lascia un commento



Letture