Carburanti, continuano i rincari

22 febbraio 2011
Di

Li monitora quotidianoenergia.it partendo da un campione rappresentativo delle pompe presenti nel nostro Paese e questa settimana ci ha regalato una sorpresa: un altro rincaro, che ha coinvolto tutti i tipi di carburante. TotalErg, per esempio, ha fatto registrare un +0,3 centesimi di euro per la benzina. Aumenti più sostenuti per la Tamoil che ha fatto schizzare il prezzo di verde e diesel applicando un sovrapprezzo di 0,5 centesimi ad entrambe.

A livello nazionale, riassume l’ADNKronos per i consumatori: “la media nazionale dei prezzi praticati della benzina va dall’1,507 euro/litro all’1,515. Per il diesel si passa dall’1,394 euro/litro all’1,404. Il Gpl si posiziona tra lo 0,788 euro/litro e lo 0,797 euro/litro.”

Vero è che tutto cambia se si va da Nord a Sud nello Stivale. Nel Mezzogiorno i prezzi sono alle stelle, raggiungono i massimi livelli e differiscono con quelli del nord Italia, di circa 8 centesimi. Si allarga la forbice anche tra i prezzi dei carburanti delle pompe legate alle compagnie petrolifere e delle cossi dette pompe bianche o no-logo. Qui il divario arriva anche ai 9 centesimi al litro.

Quotidiano Energia, comunque, avverte sui rincari: i prezzi continueranno a salire e la precaria situazione libica si rifletterà sulle tasche degli automobilisti. Dal paese di Gheddafi, infatti, arrivano in Italia almeno 16 milioni di tonnellate di greggio e circa 9,4 miliardi di metri cubi di gas. Se i rubinetti libici saranno chiusi nelle prossime ore, l’approvvigionamento di carburante sarà davvero ad un punto critico.

Tag: , , ,

One Response to Carburanti, continuano i rincari

  1. Incentivi per le auto a gas | FinanzaOk il 9 marzo 2011 in 12:49

    […] dal prezzo della benzina, della bagarre che ha coinvolto alcune regioni del Centro-Sud che hanno elevato il costo del carburante ben oltre la media nazionale accelerando il processo di crisi. Si è parlato anche del peso che […]

Lascia un commento



Letture