Mister Pmi conquista il Bel Paese

1 marzo 2011
Di

Il ministro per lo Sviluppo Economico Paolo Romani ha ieri annunciato la nomina anche in Italia di un Mister Pmi, con il compito di “assicurare che i principi dello Small business act diventino effettivamente espliciti e fare da punto di riferimento per iniziative che facilitino la crescita e la capacità di competere delle Pmi, così come di assicurare che le regolamentazioni che nascono, nascano a misura di Pmi”. L’incarico è stato affidato a Giuseppe Tripoli. Per l’Italia, che si compone per il 99% di piccole e medie imprese, si tratta di un passo avanti nella tutela delle Pmi, e che avrà la sua prova generale il prossimo 14 marzo, per il disegno di legge in cui si dovrebbero affermare diverse proposte giunte direttamente dalle piccole e medie imprese.

Tra le questioni più importanti che la nuova figura finanziaria dovrà affrontare si notano senza dubbio la pressione fiscale, la burocrazia e la disoccupazione giovanile. Anche Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, ha voluto sottolineare l’importanza di un cambiamento nel settore burocratico: la tassa sulla burocrazia grava infatti sulle Pmi per una cifra pari a circa 16 miliardi di euro, cioè circa l’1% del nostro Pil.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture