Finmeccanica: obiettivo è tagliare il debito

5 marzo 2011
Di

Finmeccanica si è posta l’obiettivo di ridurre il debito e lo fa attraverso le operazioni di vendita del 45% di Ansaldo Energia e l’apporto di immobili in un fondo chiuso. Con queste operazioni il riuscirebbe a ridurre di 600-650 milioni di euro l’indebitamento finanziario netto registrato alla fine di quest’anno, stimato in 3.133 milioni di euro.

.Ad annunciare il piano di abbattimento dei debiti è stato il presidente e amministratore delegato, Pier Francesco Guarguaglini, in un suo intervento con gli analisti finanziari a Londra, insieme al condirettore generale, Alessandro Pansa. Le dismissioni interesseranno anche l’americana Drs, acquisita nel 2008, dalla quale si ricaveranno tra i 700 e gli 800 milioni di dollari. Congiuntamente a questa cessione, verrà venduto anche il 45% di Ansaldo Energia al fondo Usa First Reserve. Dalla vendita del 45% l’indebitamento netto si ridurrebbe di 300-350 milioni. Nella complessa operazione sono interessate importanti banche, tra cui UniCredit. Nel gruppo, ha detto Pansa, il piano 2010-2013 prevede una diminuzione di 3.600 addetti in tutto il mondo, «di cui 2.000 finalizzati nel 2010, soprattutto in Polonia». Il titolo in Borsa ha registrato un ribasso dell’1,15% a 9,015 euro nel momento in cui è iniziata la presentazione agli analisti ed, alle 13, ha perso quota fino al prezzo di riferimento di 8,865 (-2,8%; -0,38% l’indice Ftse Mib).

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture