Incidenti mortali sul lavoro ai minimi storici

5 marzo 2011
Di

Nel 2010 gli infortuni mortali sul lavoro hanno registrato unin calo del 6,9%, passando a “soli” 980 rispetto ai 1.053 del 2009. Il triste dato proviene dall’Inail che sottolinea che la cifra raggiunta è la più bassa dal dopoguerra ad oggi. Gli incidenti sono stati 775.000, in calo dell’1,9% rispetto al 2009. Il ribasso è più notevole nell’industria e nel Mezzogiorno.

Nell’industria, dove si continua a perdere il posto di lavoro (-2,9% di occupati rispetto al 2009), gli infortuni si sono ridotti del 6,1%, mentre nell’agricoltura, tuttavia in lieve crescita occupazionale (+0,7%), del 4,9%. Dal settore costruzioni proviene il dato più positivo, poiché gli infortuni sono calati al 7,3%. Un aumento seppur contenuto (+1,3%) si registra nelle attività dei Servizi, per il quale vi è un andamento occupazionale in crescita (+0,4%). Gli incidenti mortali invece sono diminuiti meno nei servizi (-4,1% da 438 a 420) ma in modo rilevante nell’industria (-8,6%, da 487 a 445) ed, in particolare, nelle costruzioni (-10,5%, da 229 a 205). Anche il settore agricolo sembra stia prestando più attenzione per chi vi lavoro, poiché il calo delle morti sul lavoro in agricoltura è passato da 128 a 115. E’ la prima volta dal dopoguerra che si hanno meno di 1000 morti l’anno sul lavoro, anche se è è comunque inaccettabile.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture