Piazza Affari chiude con -1,59%

10 marzo 2011
Di

La borsa di Milano in Rosso, come le europee

Borsa MilanoDopo un po’ di sollievo nei giorni che hanno seguito il blocco “per problemi tecnici” della borsa di Milano, arriva la nuova stangata per l’Italia con una chiusura al -1,59%. Gli esperti dicono che il ribasso dei titoli nostrani segue l’abbassamento del rating spagnolo da parte di Moody’s.

L’andamento della borsa, lo sanno anche gli analisti, è altalenante ed è proprio su questo equilibrio precario che fanno leva gli investitori e gli speculatori. Dettagli filosofici a parte, il 10 marzo Piazza Affari ha fatto registrare un saldo negativo anche per l’indice All Share e per lo Star che registrano, rispettivamente, -0,81% e -0,09%. In denaro, conferma un’agenzia ADNKronos, solo i chimici.

All’apertura della Borsa italiana, sicuramente, hanno pesato alcune notizie di politica internazionale: in primo luogo l’economia cinese che a febbraio ha fatto registrare un disavanzo commerciale; in secondo luogo Moody’s che ha abbassato il rating spagnolo mostrando, ancora una volta, la questione del debito europeo; infine le rivolte in Medio Oriente e in Libia che preoccupano da settimane gli analisti e i mercati mondiali.

Come Milano, anche le principali borse europee hanno fatto segnare rosso e non se la passano bene nemmeno le Borse asiatiche di Shanghai, Shenzhen, Tokyo e Hong Kong, anch’esse tutte in rosso.

Gli unici titoli che hanno tirato un sospiro di sollievo, quelli del settore chimico (+0,73%). In perdita, ma sicuramente con performance migliori degli altri, anche i titoli tecnologici (-2,96%), i materiali di base (-1,91%) e le banche (-1,13%).

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture