Terremoto in Giappone, Assicurativi in difficolta’

11 marzo 2011
Di

La catastrofe del terremoto in Giappone si ripercuote anche sul titolo delle compagnie di riassicurazione, preoccupate dalla conseguenza in termine di costi, nello specifico sono le compagnie ri-assicurative del vecchio continente a temere il peggio sprofondando sui listini europei, affossando l’indice settoriale. Lo STOXX Europe 600 Insurance perde il 2,5%, mentre Swiss Re rallenta la caduta dell’8% con un -6%. La violenza della scossa è pari all’8,8 della scala Richter, la situazione è disperata, il Governo la lanciato l’allarme tsunami per le zone costiere del Paese e anche per alcuni Paesi dell’area come Indonesia, Taiwan e Filippine. Le ultime notizie parlano di 28 italini dispersi e di un altro allarme per il Giappone, il nucleare.

Solo un mese fa i conti delle societa’ di ri-assicurazioni erano rimaste coinvolte nel sisma in Australia, si parla di una stima di rimborsi pari a 1 miliardo di dollari australiani e anche per Munich Re, gli ultimi tre mesi del 2010 erano stati deludenti con l’utile netto sceso a 480 milioni di euro rispetto ai 780 milioni del corrispondente periodo del 2009. Dobbiamo anche ricordare che l’ Area Australia-Asia è esposta con il 12% dei suoi premi emessi nel 2010 e poi la ri-assicurazione per danni e vita ricopre ben l’87% degli utili (stima del 2009). Stamani uno dei portavoce di Swiss Re avrebbe dichiarato “per ora è comunque troppo presto calcolare l’impatto dell’evento sui conti delle compagnie”, pero’ come anche riporta l’agenzia Reuters, la tensione resta molto alta, e col passare del tempo si attendono purtroppo altri peggioramenti.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture