Sisma giapponese: cala il prezzo del petrolio

14 marzo 2011
Di

Alla crisi petrolifera si è aggiunto il terremoto in Giappone. Due eventi che hanno buttato giù i listi di tutto il mondo, eppure dopo la tragedia nipponica l’andamento europeo e quello giapponese si sono diversificati. Nell’Unione, le borse di Parigi, Francoforte e Milano hanno fatto segnare un ribasso fisiologico, rispettivamente con lo -0,5%, -1,5%, -0,2%. Le borse asiatiche, invece, e soprattutto quella di Tokyo, hanno registrato un forte calo, chiudendo a -6,2%.

Per gli analisti la situazione asiatica è nella norma, soprattutto se si considerano i numeri della tragedia tsunami e il fatto che i mercati sono rimasti aperti anche venerdì, quando i titoli continuavano a scendere con perdite tutto sommato contenute.

La situazione è peggiorata soltanto quando sono state rese note le conseguenze del terremoto: il governo giapponese ha dovuto ridurre la fornitura di energia elettrica, costringendo le aziende a contrarre la produzione. Così si giustificano le perdite della Toyota (-7,9%), della Sony (-9,1%) e della Mitsubishi (-11,8%), le tre aziende più rappresentative dell’impero industriale nipponico. Dopo le notizie relative ai problemi di certi reattori, risentono dei fatti di cronaca anche tutti i titoli legati al business nucleare, una su tutti, la Toshiba, che ha perso il 16,3%. Il Giappone, inoltre, è il terzo consumatore mondiale di petrolio, il fatto che la domanda sia diminuita drasticamente, ha contratto il valore dell’oro nero.

Tag: , , , ,

One Response to Sisma giapponese: cala il prezzo del petrolio

  1. […] Calo del prezzo del petrolio dopo il sisma giapponese | FinanzaOk Aggregato il   14 marzo, 2011 nella categoria Mercati     Nessun Commento […]

Lascia un commento



Letture