BTp, ok asta venerdì con spread in calo

14 marzo 2011
Di

Venerdì scorso, il Tesoro italiano ha collocato titoli quinquennali e a 15 anni del debito, per un ammontare complessivo di 4,8 miliardi. Le attese erano tante, anche in seguito all’ultima asta di BoT della settimana scorsa, dove i titoli italiani a breve avevano registrato una salita dei tassi, anche in seguito alle tensioni in Nord Africa e ai timori sui periferici.

Trattandosi del segmento a lungo termine, era inevitabile registrare un aumento dei rendimenti, dato che i mercati vivono l’attesa del rialzo dei tassi BCE già ad aprile; attesa che dovrebbe riposizionare il portafoglio di investimenti, concentrando la domanda sul breve periodo e facendo così lievitare i tassi sul lungo.

Il Tesoro ha collocato 2,812 miliardi di BTp con scadenza 11 novembre 2015. Il rendimento medio è salito al 3,90%, dal precedente 3,77% di metà febbraio. Il dib-to-cover, tuttavia, è aumentato, passando all’1,514 dall’1,402, confermando la tendenza dei mercati a riversarsi sui titoli italiani, soprattutto nei casi di maggiore difficoltà.

I titoli BTp a 15 anni, con scadenza 1 marzo 2026, sono stati collocati per un ammontare di 1,984 miliardi. Il rendimento nel loro caso è stato del 5,34%, in aumento dal 5,06%. In lieve flessione il bid-to-cover, che passa dall’1,42 all’1,331. Quest’ultimo dato segnarelebbe una maggiore propensione dei mercati a investire in titoli a scadenza più ravvicinata, quindi, più liquidi, evitando di impegnarsi a lunghissima scadenza, in scenari come questi.

E, tuttavia, i trader sottolineano come entrambi i segmenti a 5 e a 15 anni abbiano ottenuto il massimo del collocamento previsto, senza alcuna difficoltà. E che l’aumento dei tassi sia dovuto più all’attesa rialzista sui mercati, piuttosto che a specificità nostrane, lo dimostra il dato più che confortante di una discesa dello spread tra gli italiani e i Bund Tedeschi. Venerdì, infatti, anche i titoli tedeschi hanno registrato un aumento dei rendimenti, e il differenziale dei tassi è passato dalla zona 181 punti base a 179 punti base circa, dimostrando come i maggiori tassi BTp siano in linea con l’andamento dei mercati dei bond.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture