Produzione industriale in crescita, ma il deficit commerciale raggiunge i 6,6 miliardi

18 marzo 2011
Di

Nel mese di gennaio le esportazioni italiane sono cresciute del 4,3% rispetto a dicembre e del 21,5% rispetto a gennaio 2010. crescono anche le importazioni: in modo minore a livello mensile (+ 2,8%) ma sensibilmente maggiore a livello tendenziale (+31,5%). Per questo cresce il deficit della bilancia commerciale, fortemente appesantita dalla componente energetica. Secondo l’Istat, il disavanzo globale si è affermato a 6,554 miliardi di euro. Il deficit degli scambi con i soli membri Ue è di 786 milioni, mentre a gennaio 2010 si era attestato a 649 milioni. A eccezione dei prodotti energetici, la bilancia commerciale italiana avrebbe in ogni caso registrato a gennaio un deficit di 752 milioni.

Nonostante questo cresce la produzione industriale, in aumento di circa l’1%  rispetto a dicembre e dell’8% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. A livello congiunturale si è registrato un incremento del mercato interno dell’1% e dello 0,9% sul mercato estero. Quello tendenziale aumenta dell’8%, e più precisamente del 5,3% sul mercato interno e di circa il 14% su quello estero.

A livello europeo il deficit commerciale a segnato un pesante calo, per cui si è passati dal 12,5 miliardi di euro di dicembre 2010 ai 700 milioni registrati questo gennaio. I dati sono stati diffusi in data odierna dalla Banca centrale Europea.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture