Imprese, 7 miliardi in meno nel 2010 dalle Pa

21 marzo 2011
Di

Nel 2010 le pubbliche amministrazioni territoriali hanno concesso alle imprese, soprattutto piccole e medie, pagamenti nettamente inferiori rispetto a quelli rilasciati nel 2009: tre miliardi in meno dai comuni, 500 milioni dalle province e 3,3 miliardi di euo in meno dalle regioni. Questa differenza così marcata nella distribuzione dei finanziamenti fa presagire, dato l’andamento del primo trimestre del 2011 ancora in corso, che il divario potrebbe essere ancora più forte facendo un confronto tra il 2010 e l’anno in corso.

In totale dunque, sette miliardi in meno alle imprese da parte delle pubbliche amministrazioni territoriali, con una flessione del 17% in 12 mesi, secondo quanto rivelato in data odierna dal Ministero dell’Economia. le maggiori differenze si hanno da parte delle Pa meridionali (-23,2%), sia perché le strutture statali sono più deboli, sia perchè il supporto dei privati alle aziende è meno consistente che nelle regioni del Nord: le erogazioni dello Stato hanno quindi una maggiore richiesta che risulta essere però meno soddisfatta. Segnali negativi sono registrati però in tutta la penisola e sono distribuiti in modo assai variegato: se il Comune di Milano riesce ancora a cavarsela, i dati relativi alla provincia sono tutt’altro che positivi. La causa principale? Il patto di stabilità, che impone ai sindaci di mantenere il bilancio entro certi limiti.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture