Concorsi Pubblici, 1.200 posti

23 marzo 2011
Di

E’ stato pubblicato nella Gazzetta il decreto della Funzione pubblica che concede il via libera alle nuove procedure concorsuali. Quello che si raccomanda pero’, è di leggere il testo con grande attenzione. Con apposito decreto pubblico sulla Gazzetta Ufficiale “varie amministrazioni” del 7 febbraio, il testo recita “sono autorizzate ad avviare procedure di reclutamento a tempo indeterminato”. Le nuove assunzioni autorizzate sono oltre 1.200. Provvedimento con cadenza ciclica, si tratta della disposizione programmatica triennale- in questo caso il periodo coperto è compreso tra il 2010 e 2012- che pianifica i concorsi pubblici nella Pa. L’ultimo documento normativo pubblicato in ordine di tempo è quello del 5 gennaio 2010.

Una ulteriore precisazione viene fatta da Maria Barilà, dirigente presso l’ Ufficio per il personale delle pubbliche amministrazioni del Dipartimento della funzione pubblica ” la delibera che riguarda il pubblico impiego puo’ uscire anche piu’ volte l’anno, ed è proprio il caso di quest’anno. E’ pronta infatti una nuova circolare in attesa di approvazione per aggiungere altre amministrazione a quelle gia’ autorizzate”. Parziale deroga al blocco del turn over, il decreto, pero’ va interpretato. Nella tabella allegata al testo normativo sono riportati i nomi delle amministrazioni pubbliche autorizzate a procedere. I numeri piu’ interessanti riguardano l’ Aifa, l’ Agenzia italiana del farmaco con 179 unita’, seguono l’ Istituto superiore della Sanita’, il ministero dell’ Economia e Finanze, l’Agenzia delle Entrate, l’Inps, il Ministero dell’Interno. Si tratta di tutte opportunita’ concrete anche se alcuni concorsi sono stati indetti nel 201o, ma non solo, la lettura del testo programmatico deve essere anche comparata al precedente, quello pubblicato sulla Gazzetta del 5 gennaio 2010, e poi esiste un’altra chiave di lettura, ovvero, l’autorizzazione a procedere a nuove selezioni, deve, per legge, prevedere prima il ricorso del bando ad hoc fino al 50% di personale interno provvisto dello stesso titolo di studio previsto al concorso.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture