Record storico dell’oro e dell’argento

25 marzo 2011
Di

La situazione precaria del Portogallo e le rivolte in Nordafrica causano scompensi nel marcoto delle materie prime. Sotto la lente d’ingrandimento degli analisti ci sono oro, argento, alluminio e petrolio. Per quanto riguarda l’oro, quest’ultimo ha raggiunto quota 1.448,15 dollari l’oncia, segnando il record storico che aveva già sfiorato nella giornata di mercoledì.

L’argendo non è stato da meno, salendo oltre 38 $/oz, il massimo registrato da 31 anni. La materia prima che suscita maggior e preoccupazione resta l’alluminio, il quale è già ai massimi da oltre due anni, arrivando a superare 2.600 $/tonn. al London Metal Exchange. Anche tutti gli metalli non ferrosi registrano significativi rialzi, ad esclusione del piombo. Nei mercati agricoli emerge il forte recupero dei cereali: al Cbot il frumento ed il mais hanno guadagnato oltre il 3%. Quest’ultima soglia è stata superata nel mercato del cotone sodo e dello zucchero grezzo all’Ice, mentre il raffinato al Liffe  è lievitato al 2,6%. Il cacao (arretrato soprattutto a New York: -1,5%) e il caffè arabica (-1%) sembra stiano subendo, invece, una brusca frenata. La varietà robusta a Londra ha chiuso senza variazioni. Per utlimo c’è da segnalare l’alta volatilità dei prezzi nei mercati petroliferi, dove l’oro nero ha chiuso si invariato, ma molto vicino al record messo a segno nel 2008: il Brent ha chiuso a 115,72 $/barile.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture