Economia italiana ancora in forte frenata: i dati del primo trimestre 2011

25 marzo 2011
Di

L’economia italiana prosegue la sua fase di stallo iniziata al termine dello scorso anno: nel primo trimestre del 2011 è stata confermata la forte frenata di molti settori, anche se il tasso di sviluppo rimane positivo. Questo è in sintesi quanto emerge dai dati diffusi dall’Osservatorio congiunturale quadrimestrale del Gei, il Gruppo di economisti di impresa presieduto da Luciano Stanca: nei primi tre mesi del nuovo anno il Pil è cresciuto dello 0,1% rispetto al trimestre precedente, e le previsioni per l’intero anno in corso prevedono un aumento complessivo pari all’1,1%. Nonostante una leggera accelerazione nell’ultimo periodo, la crescita della nostra economia è quindi decisamente ridotta.

Il settore che riporta i dati più positivi è quello relativo all’acciaio, in particolar modo per quanto riguarda gli acciai lunghi, utilizzati nelle costruzioni: l’edilizia però non fa che confermare il trend negativo che va avanti da tempo, soprattutto per le costruzioni infrastrutturali (nel 2011 la domanda da parte della pubblica amministrazione subirà un calo pari all’8%). I settori manifatturieri con più soddisfazioni sono a meccanica strumentale e, in misura però assai minore, il tessile e l’abbigliamento. In calo invece chimica, elettrotecnica, alimentare, elettromeccanica e elettrodomestici.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture