Ferrero tiene Parmalat in Italia

27 marzo 2011
Di

Sembra proprio che sia Ferrero a gettare le basi per un solido sodalizio italiano, ovvero, Parmalat “deve” restare in Italia, e proprio il governo ha preso tempo grazie al decreto che consente di spostare l’assemblea di Collecchio gia’ fissata per il 14 aprile. Anche Intesa Sanpaolo sta lavorando all’operazione che non è affatto segretata, anzi, persino la stampa francese ipotizza in sodalizio con Lactalis e se nessuno “azzarda”, ci pensa la Borsa che registra a Parmalat + 1,94% a 2,41 euro. Proprio da quotidiano francese finanziario Les Echos è stata data notizia che mercoledì scorso, Giovanni Ferrero ed Emmanuel Besnier, neo azionista di Parmalat con il 29%, si sarebbero incontrati a Parigi per discutere di questo progetto che potrebbe essere sostenuto da Intesa San Paolo e Bnl (gruppo Bnp Paribas), mentre un certo interesse arriva anche dal gruppo d’Alb

La soluzione italiana, secondo il Messaggero, passerebbe attraverso una newco con Ferrero in maggioranza (60-70%) e Intesa Sanpaolo in minoranza (30-40%), dichiaranodo “ in queste ore i legali stanno definendo il term sheet per costituire il veicolo che dovra’ difendere l’italianità di Parmalat, come vuole il Governo, che ha varato il decreto per consentire il rinvio a giugno dell’assemblea di Collecchio”, prosegue poi il giornale ” in sostanza si tratta di un piano che ricalca il format di Cai e Telco, con Intesa che interviene direttamente nell’equity oltre che nel finanziamento. La posizione di Ferrero condiziona pero’ il piano Intesa, che ha tre opzioni sul tavolo: coinvolgere Lactalis nella newco purchè la maggioranza tra Alba, Intesa e gli partner finanziari italiani sia italiana, aquistare il 29,9% in Borsa e regolare i conti con il gruppo francese in assemblea, oppure lanciare un’Oppa preventiva parziale sul 60% di Collecchio. Una strada pero’ che finora in Italia non è mai stata seguita perchè il codice civile impone il via libera all’assemblea e nessuno degli offerenti deve aver acquistato piu’ dell’ 1% nei 12 mesi precedenti”. Intanto si fanno i nomi di partner finanziari quali Equinox e Palladio.

Tag: , , , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture