In Germania aumenta l’inflazione. In calo la fiducia dei consumatori

29 marzo 2011
Di

In Germania l’inflazione è compresa tra l’1,8% e il 2 per cento. È quanto emerge da un’analisi dell’aumento annuale dei prezzi, oggi comunicato dai principali Land tedeschi. Nello specifico, nella regione dell’Assia, a marzo il tasso di inflazione è stato dell’1,8 per cento. Rispetto al mese di febbraio, i prezzi al consumo in marzo sono saliti dello 0,4%. I costo dell’energia continua ad essere la causa della quota più elevata di inflazione annuale.

Escludendo l’energia, l’inflazione su base annua relativa a marzo  scende ad appena lo 0,8 per cento. Nell regione Berlino-Brandeburgo i prezzi al consumo sono saliti dello 0,5% rispetto a febbraio e del 2% su base annua. Tale aumento è stato causato in particolare dall’aumento del costo dell’energia, quest’ultimo aumentato del 4,4%, un incremento del 7,1% rispetto al mese precedente. Per la prima volta da dieci mesi, cala anche la fiducia in Germania. Secondo l’istituto di ricerca Gfk, la fiducia dei consumatori scenderà a 5,9 il prossimo mese, considerato che a marzo si era attestata allo 6,0. La situazione tedesca, in generale, è comunque migliore rispetto alle previsioni fatte dagli analisti che stimavano una contrazione del 5,8. Sempre secondo l’istituto di ricerca, a determinare il calo della fiducia sono state soprattutto l’incertezza della situazione internazionale ed i crescenti timori di inflazione.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture