L’Irlanda affoga tra i debiti: lo Stato inteviene per Irish Life

29 marzo 2011
Di

L’Irlanda sulla scia dell’Islanda: come già nel 2000 il Paese più a nord d’Europa, la repubblica dell’Eire potrebbe trovarsi costretta nei prossimi giorni a ricapitalizzare di nuovo le proprie banche. Gli stress test in uscita giovedì daranno quasi certamente la conferma della situazione tragica, per cui lo Stato dovrà trasformare i bond emessi dall’ultima banca in difficoltà in azioni, rischiando però a sua volta la bancarotta.

Sarebbe opportuno allora per l’Eire adottare la politica applicata successivamente al disastro dall’Islanda, ovvero la rivalutazione dei senior bond, non garantendoli più ma facendo un cosiddetto hair cut. Si configura però come più probabile l’ipotesi che lo Stato irlandese preferisca intervenire come già altre volte in passato, proteggendo gli obbligazionisti delle banche in difficoltà e distribuendo le perdite sulle spalle dei contribuenti. In particolare, questa volta il governo dovrà farsi carico dell’Istituto di credito Irish Life & Permanent, l’ultima banca rimasta sul territorio ad essere completamente privata (fonte: Irish Times). Resta incognita la quota, che potrebbe tranquillamente essere superiore al 50% e condurre così a un’effettiva nazionalizzazione di tutto il settore bancario irlandese, data la politica applicata dallo Stato negli ultimi due anni.

Tag: , , , , ,

Lascia un commento



Letture