Marchionne: La Fiat al 51% di Chrysler entro la fine dell’anno

30 marzo 2011
Di

La Fiat annuncia gli obiettivi per il nuovo anno: secondo quanto dichiarato oggi dall’ad Sergio Marchionne, l’ultimo anno è stato sociale nella storia del Lingotto. Gli scopi prefissati per il futuro non nascondono quindi una certa ambizione, ma soprattutto hanno voluto offrire qualche chiarimento riguardo alle intenzioni dell’azienda.

Marchionne ha infatti annunciato all’assemblea degli azionisti che alla fine del 2011 i ricavi di Fiat ammonteranno a circa 37 miliardi, e attraverso l’integrazione con Chrysler sarà possibile raggiungere i 100 miliardi di euro dopo il 2014: per questo Fiat punta ad ottenere il 51% di Chrysler entro dicembre. Il risultato di gestione invece sarà compreso tra 0,9 e 1,2 miliardi. John Elkann ha voluto precisare a questo punto che Fiat “torna a fare automobili, e solo automobili”, aprendo il discorso relativo al lavoro e agli stabilimenti dell’azienda. Marchionne è intervenuto tornando a dire, come già in passato, che le fabbriche italiane hanno avuto un rendimento negli ultimi anni assai sotto ai livelli previsti per le loro potenzialità; l’utilizzo della rete italiana è pari al 54%, ma se si considera la capacità tecnica si arriva soltanto a un 37%.

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture