Disoccupazione: cifre in calo, ma quasi il 30% dei giovani non ha lavoro

1 aprile 2011
Di

A febbraio il tasso di disoccupazione è sceso all’8,4% (-0,2% rispetto a gennaio e -0,1% su base annua). I dati non sono positivi soltanto perchè segnano una lieve ripresa, ma anche per il confronto della media europea, ferma al 9,9% (anch’essa con una leggera diminuzione rispetto al 10% di gennaio).  Diminuisce di pari passo anche la cassa integrazione.

In generale dunque l’occupazione è aumentata rispetto al numero dei disoccupati: in particolare diminuisce anche la disoccupazione giovanile, sia maschile che femminile, anche se i dati al riguardo continuano ad essere estremamente poco confortanti. Sono state infatti considerate le cifre relative al terzo trimestre del 2010, che mostrano senza alcuna attività lavorativa a loro carico il 29,8% dei giovani; nello stesso periodo del 2009 la percentuale era pari al 27,9% (ma i dati più positivi risalgono al 2004).

Per lo più i contratti redatti negli ultimi periodi sono a termine, ma complessivamente i livelli di impiego fisso e stabile risultano tra i più alti su scala europea, almeno secondo ciò che ha commentato il Ministro del Lavoro Sacconi riguardo ai dati Istat. Alla crescita delle attività a breve scadenza si accompagna la crescita della richiesta dei part-time: ciò, secondo il ministro, “ha senza dubbio incrementato la componente femminile spesso bisognosa di orari di lavoro flessibili”.

Tag: , , , , , ,

Lascia un commento



Letture