Forex, super-euro in attesa di riunione BCE domani

6 aprile 2011
Di

Il rapporto di cambio tra euro e dollaro continua la sua salita, con la moneta unica, che nella seduta di oggi, in mattinata, ha raggiunto livelli record da mesi, arrivando a 1,4272, in rialzo dello 0,35% sul tasso di cambio già sostenuto di ieri.

Le ragioni del super-euro stanno in valutazioni diverse, tra le quali primeggia certamente l’attesa del rialzo dei tassi, che domani la BCE dovrebbe con quasi certezza adottare, dopo la riunione del suo board.

Malgrado il mercato abbia già scontato l’effetto rialzista, addirittura in previsione di almeno un altro rialzo di 25 punti base, o 0,25%, entro il mese di luglio, lo sprint dell’euro non si arresta, anche in assenza di contro-movimenti in grado di bilanciarne la forza.

In effetti, gli operatori si attendono una politica accomodante anche nei prossimi mesi per gli USA, dopo che la Fed ha reso noto che l’inflazione è sotto controllo e che si proseguirà con misure di “quantitative easing”. Ciò rende particolarmente debole il dollaro, il quale non si giova di sicuro del clima di impasse politico, con lo scontro in atto al Congresso USA tra maggioranza dei Repubblicani, ostili al Presidente Obama, e i Democratici. Impasse che rischia di impedire l’approvazione del bilancio federale, cosa avvenuta solo sotto Clinton, nel 1995.

Vuoi per il clima di indecisione politica, vuoi per le previsioni di una politica monetaria e fiscale espansive, il biglietto verde risente delle previsioni al ribasso dei mercati, i quali nutrono maggiore fiducia per la stabilità garantita dalla BCE e dal piano anti-crisi adottato dai Paesi di Eurolandia, in funzione anti-debiti.

C’è chi scommette tra gli operatori che i valori di rottura raggiunti oggi possano agevolmente essere superati, con l’euro pronto ad agganciare i valori di rottura di 1,4575 intorno ai massimi da sempre.

In giornata, prevista una sfornata di dati, tra cui i trimestrali del pil dei Paesi della moneta unica e quelli sugli ordinativi industriali in Germania. Le previsioni Ocse parlano anche in questo caso di una ripresa in pieno slancio, e se confermato, ciò darebbe ulteriore spinta all’euro.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture