La Marcegaglia di nuovo contro il governo: critiche aperte e senza riserve

11 aprile 2011
Di

Emma Marcegaglia torna a colpire contro l’operato del governo: chiudendo i lavori dell’Assemblea degli Industriali di Lecco la Presidente di Confindustria non ha esitato a muovere nuove critiche contro la condotta dello Stato, senza limitarsi al proprio settore.

“Noi un’idea di Stato ce l’abbiamo, vogliamo uno Stato che faccia poche cose e bene, meno costoso e più efficiente”, ha affermato con sicurezza. “lo Stato deve investire in ricerca, innovazione e scuole, riducendo le tasse”. Non è competenza dello Stato infatti, nell’industria come negli altri settori, decidere quali sono gli ambiti da privilegiare e proteggere. In particolare per quanto riguarda l’economia, la Marcegaglia ha detto di sentirsi “preoccupata” per l’interventismo applicato dallo Stato che in passato si è rivelato alquanto deleterio. Data la situazione, è necessario permettere a tutti i settori di svilupparsi, aiutando le imprese che sono presenti adesso nel Paese senza credere più al mito delle grandi aziende.

La presidente di Confindustria, chiamata a esporre la propria opinione riguardo al tema del federalismo, ha affermato senza riserve di credere in un giusto sviluppo del Paese in questo senso, che deve però essere monitorato per impedire che si risolva soltanto in un ulteriore aumento delle tasse e del potere delle regioni.

Tag: , , , , ,

Lascia un commento



Letture