T.F.R. in soccorso del Mutuo

12 aprile 2011
Di

tfrPuo’ capitare di non avere fondi sufficienti per acquistare una casa e chiedere in questo modo l’anticipazione del T.F.R., ovvero del Trattamento di Fine Rapporto. Durante lo svolgimento del rapporto, il lavoratore ha diritto di chiedere al datore di lavoro un’ anticipazione dell’erogazione del T.F.R. maturato alla data richiesta in misura non superiore al 70% dello stesso a condizione che il lavoratore abbia un’anzianità di servizio presso lo stesso datore di lavoro di almeno otto anni. Ma altre sono le condizioni ovvero, le richieste devono rientrare nei limiti annui del 10% degli aventi diritto e comunque del 4% del totale dei dipendenti, inoltre l’anticipo deve essere erogato per necessità di pagare spese sanitarie necessarie per tarapie ed interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche, per l’acquisto della prima casa di abitazione per sè o per i figli, anche se, in tale ultimo caso, il dipendente è già titolare di una casa di abitazione, per i casi di congedo parentale o formativo.

Occorre tuttavia, controllare anche le disposizioni dettate dai contratti collettivi in materia perchè questi possono prevedere condizioni di miglior favore e stabilire criteri di priorità per l’accoglimento della richiesta. L’anticipazione puo’ essere richiesta una sola volta nel corso dello stesso rapporto di lavoro e viene detratta dal T.F.R. In ogni caso, l’obbligo di anticipazione è sospeso per le aziende dichiarate in crisi ai sensi della legge 675 del 12/08/1977. Dopo la sentenza della Corte Costituzionale n. 142 del 5/04/1991, non è più richiesto l’atto notarile, essendo sufficiente, per ottenere l’anticipazione del T.F.R., che l’acquisto non sia in corso di perfezionamento e quindi comprovato, come ad esempio dal contratto preliminare di compravendita. Una diversa disciplina, piu’ vantaggiosa, è invece nel caso in cui il lavoratore abbia deciso di destinare il T.F.R. ad un fondo di previdenza complementare, anzichè mantenerlo in azienda, opzione introdotta del D. Lgs 252/2005. In tale ipotesi il lavoratore puo’ richiedere il 75% del TFR versato in qualsiasi momento, ma dopo 8 anni di iscrizione al fondo per l’acquisto della prima casa.

Tag: , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture