Da oggi parte il “piano nazionale di riforme”

13 aprile 2011
Di

A partire da quest’anno, ogni paese dell’Eurozona dovrà attenersi al «piano nazionale di riforme», un documento con il quale si indicheranno sia gli obiettivi di finanza pubblica, sia come si intende sostenere crescita e competitività. Questo innovativo documento è il primo passo per un maggior coordinamento delle politiche economiche ed ha il proposito di diventare il più importante documento di programmazione del governo in carica in ogni paese europeo.

Il ministro dell’Economia Tremonti era proponso a presentarlo entro la fine del mese, ma le critiche da parte del Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia lo hanno persuaso ad anticipare i tempi ad oggi, a 24 ore dal vertice annuale del Fondo monetario, a Washington. Tremonti, nonostante i malumori di Palazzo Chigi e di diversi ministri, accelera l’attuazione e la ricezione del documento europeo. Il timore da parte degli altri ministri è quello di subire nuovi possibili nuovi tagli alle spese. nel caso in cui il governo confermerà l’intenzione di approvare il piano nazionale di riforme, sarà obbligatorio far scendere il deficit odierno del 4,6% al 3,9% entro la fine dell’anno: ciò significa far calare le spese di altri otto-nove miliardi di euro.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture