FMI lancia allarme spesa pubblica per l’Italia

13 aprile 2011
Di

Il Fondo Monetario Internazionale, nella redazione del suo Fiscal Monitor Report, sostiene che alcune economie avanzate, come quella italiana, sono a rischio sostenibilità, perché a fronte di un aumento del PIL non c’è stata una ripresa economica correlata. Il tutto pare dovuto ad alti livelli di debito e spesa pubblica. La fotografia scattata dal FMI, riguarda tutti i paesi industrializzati per cui il disavanzo nel 2011 dovrebbe attestarsi al 7,1% e il 5,2% nel 2012.

Secondo quanto riporta l’ADNKronos, l’aggiustamento degli indici economici ha rallentato negli States e in Giappone è stato posticipato a causa del terremoto. I livelli di debito pubblico, quindi, restano molto alti e l’unica soluzione all’orizzonte, proposta dall’FMI, pare sia ridurre il debito di medio termine e poi, fare riforme strutturali per consolidare il percorso di crescita economica e garantire equità sociale.

I primi interventi, raccomanda il Fondo Monetario, dovranno riguardare la spesa pubblica e in particolare sanità e pensioni. Altrimenti, come accade in Italia, il debito pubblico aumenta anche se il deficit cala.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture