La Cin offre 380 milioni di euro per acquisire Tirrenia

15 aprile 2011
Di

In questi giorni è in corso la stretta finale per la privatizzazione della Tirrenia, con un’offerta di 380 milioni, in parte in contanti ed in parte a rate. Ieri la Compagnia italiana di navigazione (Cin), una cordata formata dagli armatori Gianluigi Aponte, Manuel Grimaldi e Vincenzo Onorato e guidata da Ettore Morace, ha ufficializato la presentazione del piano definitivo per l’acquisto della società statale di traghetti Tirrenia.

Il documento, ora nelle mani del commissario straordinario di Tirrenia, Giancarlo D’Andrea e all’advisor finanziario Rotschild, consiste in un progetto che si andrà ad ottimizzare dopo che la Cin è rimasto l’unica in gara nel processo di privatizzazione. La Compagnia italiana di navigazione verserà una somma cash di 200 milioni di euro, da pagare all’atto dell’aggiudicazione, e 180 milioni da pagare in tre rate da circa 60 milioni ciascuna, le quali verranno liquidate una volta ottenuti i contributi pubblici. Quest’ultimi saranno pari adi un ammontare di 72 milioni annui per otto anni. Il piano industriale sottoposto da Cin a D’Andrea riconfermerà le linee di trasporto in essere, servite attraverso le 18 navi di Tirrenia, l’impegno di farsi carico di tutto il personale, composto da circa 1.400 dipendenti e investimenti per circa 10 milioni annui, indirizzati all’organizzazione della flotta.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture