Intesa San Paolo e MPS: novità dalle banche

16 aprile 2011
Di

Le banche nel mirino del FMI internazionale ma sempre attive e alla ricerca di nuove occasioni di espansione. È il caso di dirlo in considerazione dell’apertura di una nuova sede a Dubai da parte di Intesa San Paolo e di una ricerca sui clienti di Monte dei Paschi di Siena. Vediamo nel dettaglio le due notizie.

Intesa San Paolo, per rafforzare la presenza nell’area del Medioriente, ha deciso di aprire una filiale a Dubai che confluirà nella divisione Corporate and Investiment. Con questa apertura le filiali attive in quell’area diventano sei. La sede di Dubai, infatti, si aggiunge a quelle di Beirut in Libano, Casablanca in Marocco, Il Cairo in Egitto, Istanbul in Turchia e Tunisi in Tunisia. A livello societario, la divisione negli Emirati Arabi diventa il quarto “hub” della direzione internazionale guidata da Walter Ambrogi, già a capo degli hub di Londra, Hong Kong e New York.

Per quanto riguarda MPS, la banca ha intervistato circa un milione e mezzo di clienti per arrivare alla conclusione che sono i servizi di multicanalità quelli preferiti. In pratica i clienti del colosso senese non sono più interessati alle operazioni allo sportello ma preferiscono l’internet banking, il phone banking, il mobile e gli atm. Da un lato c’è da considerare l’incremento dei costi per le operazioni allo sportello, dall’altro c’è da approfondire l’identikit degli intervistati che hanno espresso questa preferenza: il 39% dei clienti di età compresa tra 36 e 50 anni e il 30% dei giovani sotto i 36 anni.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture