Società di gestione

31 ottobre 2008
Di

Le società di gestione (socità per azioni , anche senza scopo di lucro) esercitano l’attività di organizzazione e gestione dei mercati regolamentati di strumenti finanziari. Come da regolamento Consob (n.11768 del 23 dicembre 1998) il capitale minimo delle società di gestione è pari a 5 milioni di euro. Il medesimo regolamento ha previsto anche che le società possano svolgere le seguenti attività connesse e strumentali:

  • predisposizione, gestione, manutenzione e commercializzazione di software, hardware e reti telematiche relativi a sistemi di contrattazione, trasmissione di ordini e dati;
  • elaborazione e distribuzione di dati concernenti gli strumenti finanziari negoziati nei mercati da esse gestiti e di dati relativi ai mercati;
  • istituzione e gestione di sistemi di riscontro e rettifica delle operazioni aventi a oggetto strumenti finanziari per l’invio dei relativi saldi al servizio di compensazione e liquidazione delle operazioni;
  • promozione dell’immagine del mercato;
  • istituzione e gestione di sistemi di garanzia delle operazioni effettuate nei mercati;
  • istituzione e gestine di sistemi di scambi organizzati di strumenti finanziari;
  • istituzione e gestione di sistemi di scambi organizzati di fondi interbancari;
  • predisposizione e gestione e manutenzione di circuiti informativi per la visualizzazione e l’inserimento di condizioni di negoziazione di strumenti finanziari.

Le società di gestione possono assumere partecipazioni all’interno di società che, in via esclusiva o principale, svolgono le attività di cui sopra. Possono inoltre assumere partecipazioni nella società autorizzata dalla Banca d’Italia che gestisce il servizio di compensazione e liquidazione delle operazioni su strumenti finanziari non derivati e pure in società di gestione accentrata come in società, italiane o estere, di gestione dei mercati.

I consiglieri di amministrazione e i sindaci delle società di gestione di mercati regolamentati devono essere scelti secondo criteri di professionalità e competenza tra persone che abbiano maturato un’esperienza complessiva di almeno un triennio attraverso l’esercizio di:

  • attività di amministrazione o di controllo o compiti direttivi presso imprese;
  • attività professionali in materia attinente al settore creditizio, finanziario, mobiliare, assicurativo;
  • attività di insegnamento universitario in materie giuridiche o economiche;
  • funzioni amministrative o dirigenziali presso enti pubblici o amministrazioni pubbliche aventi attinennza con il settore creditizio, finanziario, mobiliare, assicurativo o comunque che comportino la gestione di risorse economico-finanziarie.

Il presidente del consiglio di amministrazione deve esser scelto secondo criteri di professionalità e competenza tra persone che abbiano maturato almeno un quinquennio attraverso l’esercizio delle attività o delle funzioni sopra indicate.

L’amministratore delegato e il direttore generale devono essere in possesso di una specifica competenza in materia creditizia, finanziaria , mobibliare o assicurativa oltre ad aver maturato eperienza non minore di un quinquennio in una posizione di responsabilità.

Le cariche di amministratore, sindaco e direttore generale nelle società di gestione, al fine di rispettare il requisito di onorabilità, non possono essere ricoperte in caso ci si trovi in una delle situazioni di ineleggibilità previste dal codice civile all’art. 2382, o si sia stati sottoposti a misure di prevenzione disposte dall’autorità giudiziaria, salvi gli effetti della riabilitazione, o  si sia stati condannati con sentenza irrevocabile salvo riabilitazione a determinate fattispecie di reati. L’onorabilità si estende anche a chiunque partecipa in misura superiore al 5% del capitale rappresentato da azioni con diritto di voto.

Gli acquisti e le cessioni di partecipazioni nelle società di gestione devono essere comunicati entro 24 ore alla Consob e alla società di gestione, fornendo documentazione attestante il possesso da parte degli acquirenti dei requisiti di onorabilità.  In assenza dei requisiti o in mancanza della comunicazione non può essere esercitato il diritto di voto inerente alle azioni eccedenti la soglia del 5%. L’inosservanza può comportare l’impugnabilità della deliberazione per invalidità.

La società di gestione è soggetta a revisione contabile da parte di una società di revisione a ciò abilitata e iscritta in un apposito albo speciale delle società di revisione tenuto dalla Consob.

Alla società di gestione spetta il compito di:

  • predisporre le strutture, fornire i servizi del mercato e determinare i corrispettivi a essa dovuti;
  • adottare tutti gli atti necessari per il buon funzionamento del mercato e verificare il rispetto del regolamento;
  • adottare le disposizioni e gli atti necessari a prevenire e identificare abusi di informazioni privilegiate e manipolazioni del mercato;
  • comunicare alla Consob le violazioni del regolamento del mercato, segnalando le iniziative assunte;
  • provvedere alla gestione e alla diffusione al pubblico delle informazioni e dei documenti previsti dalla Consob;
  • provvedere agli altri adempimenti a essa eventualmente affidati dalla Consob.

Tag: ,

Lascia un commento



Letture