Tremonti: bisogna correggere il deficit

20 aprile 2011
Di

L’ennesimo annuncio “correttivo” arriva direttamente da Tremonti che sostiene la necessità di intervenire sui conti pubblici: si parla come minimo dello “0,5% annuo per due anni nel 2013 e nel 2014”. La richiesta di correzione, a quanto pare arriva da Bruxelles. L’annuncio è stato fatto durante l’audizione sul Def, il Documento di economia e finanza a Palazzo Madama.

La manovra è finalizzata al raggiungimento del pareggio del bilancio, un obiettivo indispensabile, secondo Tremonti, per la nostra economia. “La nostra posizione non è particolarmente spiazzata, ha riferito Tremonti ai microfoni del Sole 24 Ore, anzi confrontata con altri paesi si può verificare che tutti i sentieri che vanno seguiti per riportare in norma la posizione dell’Italia è diversa dalle rappresentazioni fatte da altre parti. Come percentuale la nostra posizione è piuttosto interessante”.

La manovra economica, però ha assunto toni “politici” quando Tremonti ha spiegato che sarà accompagnata da una modifica della Costituzione, così come richiede il nuovo patto per l’euro. Ogni intervento è stato inserito in un piano nazionale di riforme da inviare a Bruxelles nell’ambito del semestre europeo.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture