Marcegaglia approda in Cina

22 aprile 2011
Di

MarcegagliaE’ stato inaugurato martedi’ il primo stabilimento del gruppo Marcegaglia in Cina, a Yangzhou. Il nuovo insediamento del gruppo meccanico metalsiderurgico mantovano che si estende su 714 mila metri quadrati di superficie complessiva, occupera’ a pieno regime circa 500 addetti e produrra’ ogni anno oltre 400 mila tonnellate di tubi in acciaio inossidabile e al carbonio di alta qualita’ per un fatturato complessivo di 500 milioni a fronte di un investimento iniziale di 150 milioni. ” Lo stabilimento di Yangzhou- ha spiegato Antonio Marcegaglia, amministratore delegato del gruppo di famiglia presieduto dal padre Steno- è molto importante per il mercato, per la tecnologia ed i tempi in cui è stato realizzato. Ma cio’ che è piu’ importante è che faparte di un programma di internazionalizzazione e di investimenti all’estero piu’ ampio che abbiamo avviato prima del 208 e che abbiamo portato avanti nonostante la crisi degli anni scorsi. Oggi quegli investimenti stanno arrivando a compimento. L’impianto, “il piu’ grande mai realizzato dal nostro gruppo partendo da zero” è stato costruito in meno di due anni, spiega la societa’, è il piu’ importante investimento di un’impresa italiana in Cina negli ultimi anni. Impieghera’ un anno per andare a regime, quando produrra’ 200 mila tonnellate di saldati, 100 mila di trafilati a freddo, 70 mila di inox e 30 mila di tubi di refrigerazione e altri destinati all’automotive, all’energia, alla meccanica di precisione e all’idraulica.

La produzione è destinata per il 60% all’industria manifatturiera cinese, il resto sara’ esportato in altri mercati del Far East. Il personale è attualmente di 176 addetti, che saliranno ad oltre 390 a fine 2011 per superare le 500 unita’ a regime. Il programma di crescita prevede investimenti per circa un miliardo di euro e riguarda anche l’Italia. Oltre alla Cina, il piano ha portato al raddoppio della campagna produttiva in Brasile, un nuovo investimento in Polonia, la produzione di tubi speciali in Russia e altre iniziative negli Usa e nel Regno Unito.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture