Continua la corsa di oro e argento. Cotone in recupero

22 aprile 2011
Di

Lo scambio euro/dollaro denota un’accelerazione della discesa della moneta USA rispetto a quello europea, chiudendo la seduta di ieri ai minimi ed arrivando molto vicino al minimo storico rispetto a un paniere delle maggiori valute. Le conseguenze prevedibili che si sono verificate sono stati gli ennesimi record messi a segno da oro e argento, con picchi che a Londra hanno raggiunto rispettivamente quota 1.509,90 e 46,50 $/oncia.

Gli investitori , ciò nonostante, non hanno avuto un atteggiamento uniforme nei confronti delle commodities, alla vigilia del lungo week-end pasquale (domani le Borse saranno chiuse sia negli Usa sia in Gran Bretagna). Sono proseguiti gli acquisti sui metalli non ferrosi, anche se ad un ritmo più misurato rispetto alla giornata di mercoledì: all’Lme l’unico rialzo degno di nota ha riguardato il nickel (+1,8%). Il medesimo discorso riguarda il petrolio, che ha chiuso la seduta registrando un +0,8% al Wti a 112,29 $/barile, mentre rimane fermo il Brent a 123,99 $. Al Nymex la benzina è salita di nuovo, battendo il record è di luglio 2008. Segnali di debolezza arrivano dai coloniali, fatta eccezione  per lo zucchero grezzo (+1,1%). Recuperano quasi il 2% invece il cotone all’Ice ed il frumento al Cbot. In salita anche gli altri cereali e la soia.

Tag: , , ,

Lascia un commento



Letture