Ennesimo record dell’oro, mentre lo zucchero viaggia con il freno a mano

28 aprile 2011
Di

Nello stesso giorno in cui la Fed ha mantenuto invariati i tassi di interesse ed ha comunicato che terminerà nel mese di giugno il programma d’acquisto da 60 miliardi di dollari di bond, i mercati dei metalli preziosi e del petrolio subiscono l’ennesime scosse dovute all’ondata di acquisti. Al Comex di New York i future sull’oro hanno raggiunto il nuovo massimo storico di 1.524 dollari l’oncia, mentre l’argento ha riconquistato la perdita registrata nel corso della seduta precedente.

Al contrario, è stato lo zucchero a subire una brusca frenata per il terzo giorno consecutivo all’Ice di New York, nel momento in cui che la Thailandia, il più grande esportatore dopo il Brasile, ha dichiarato che l’output aumenterà  più delle previsioni fatte in precedenza. Anche lo zucchero raffinato che verrà consegnato ad agosto è sceso nella seduta di Londra, con un calo di 6,6 dollari, pari all’1%, a 626,5 dollari a tonnellata. Ribassi, anche se lievi, sono stati registrati per il caffè: i futures della qualità arabica per la consegna di luglio sono scesi dello 0,2% ; al Liffe londinese la qualità robusta con consegna luglio ha perso 34 dollari, pari all’1,4 per cento, a 2.536 dollari a tonnellata.

Tag: , , , ,

Lascia un commento



Letture