Cairo: nuovi incentivi agli investimenti

28 aprile 2011
Di

L’Egitto vara nuovi incentivi per stimolare la crescita degli investimenti. Secondo quanto riportato dal Gafi (l’Autorità generale per gli investimenti), infatti, il primo ministro Essam Sharaf avrebbe già approvato un pacchetto di incentivi per rendere il Paese favorevole verso gli investimenti, soprattutto per quanto riguarda le procedure di registrazione delle aziende e lo svolgimento delle attività di import ed export. Spiega, Osama Saleh, presidente del Galfi, che il pacchetto varato in questi giorni “rende piu’ agevole realizzare progetti industriali perchè cancella la necessità di avere l’autorizzazione preventiva da parte della General authority for industrial development”. Ma non solo, proprio grazie alle nuove misure si semplificano e si velocizzano anche le procedure di registrazione cui sono tenute le filiali di aziende straniere, riducendo il tempo a soli tre giorni rispetto ai quattro-sei mesi che erano necessari in passato. Insomma, il Paese si sta muovendo nella direzione giusta per acquisire maggiore libertà e trasparenza anche in campo economico. E anche l’intenzione di cancellare l’obbligo di approvazione in materia di pubblica sicurezza, lo dimostra. A tale proposito Saleh aggiunge “si trattava di un obbligo che rendeva lungo e difficile il processo di start-up”, ed è proprio per questo che si sta pensando di eliminarlo. A livello macro, intanto, anche il Paese ha risentito del caro-vita, con il tasso di inflazione che al 31 marzo di attestava all’ 11,5% dal 10,7% registrato a febbraio. Ciò nonostante la Banca centrale da settembre del 2009 ha continuato ad adottare una politica monetaria espansiva mantenendo il costo del denaro all’ 8,25% con la peformance peggiore segnata dal gruppo immobiliare Palm Hills Developments, che nello stesso periodo ha lasciato sul campo il 66,8%. Seguito nello stesso settore, da Egyptian Resorts (-53,27%) e Tmg Holding (-48%).

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture