Asta BTp, successo con rendimenti in rialzo solo su triennali

29 aprile 2011
Di

Il Tesoro ha ieri collocato titoli BTp a scadenza 2014 e 2021, per un importo complessivo di 6,52 miliardi di euro. In particolare, l’importo è stato così ripartito: offerta per i titoli triennali, pari a 3,2 miliardi e offerta del Tesoro per i titoli decennali, pari a 3,35 miliardi.

L’esito dell’asta non può che essere valutato con favore, avendo registrato solo un lieve rialzo dei rendimenti sul segmento triennale, con un tasso medio lordo del 3,45%, in crescita di 21 centesimi dalla precedente asta. La domanda è stata di 5 miliardi di euro.

Quanto al segmento decennale, il rendimento medio lordo si è attestato al 4,84%, in calo di 4 centesimi sull’asta precedente, con una domanda di 4,74 miliardi.

Quindi, a fronte di una offerta di 6,52 miliardi, la domanda complessiva è stata di 9,74 miliardi. Ciò che deve registrarsi con favore è la maggiore domanda di titoli triennali, a fronte di un’offerta inferiore ai decennali, il che suggerisce come i mercati abbiano piena fiducia sulla tenuta dei nostri conti, lasciando l’Italia al riparo da possibili contagi di crisi generatesi altrove, tra gli stati periferici dell’Eurozona.

Addirittura, in un clima di tensioni, quali si riscontrano nelle sedute di queste settimane, in seguito al caso di Grecia e Portogallo, in modo particolare, è molto positivo che si verifichi un calo dei tassi sui titoli a dieci anni. E anche lo stesso lieve aumento dei rendimenti triennali altro non sono che l’effetto di un aumento dei tassi di riferimento della BCE, peraltro con un impatto modesto, pari a soli 21 centesimi, e mantenendo contenuti i livelli complessivi di rendimento.

Intanto, si tratta sul salvataggio del Portogallo, con un accordo tra UE, Fmi e Lisbona, che potrebbe esitare già un accordo nei prossimi giorni, con ripercussioni probabili positive sui titoli periferici.

E, intanto, ieri il differenziale tra i titoli decennali italiani e quelli tedeschi, i Bund, è diminuito, portandosi a 161 punti base, decisamente sotto i picchi massimi di questi giorni, che erano stati di 170 bp.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture