Portogallo, attesa asta trimestrale

4 maggio 2011
Di

Una buona notizia è giunta ieri sera per i mercati finanziari: l’Unione Europea, il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Centrale Europea hanno raggiunto un’intesa, per la concessione di aiuti al Portogallo, pari a 78 miliardi di euro, che verranno erogati in tre anni. In cambio, il Portogallo dovrà impegnarsi a ridurre il deficit, fino a portarlo sotto il rapporto del 3% del pil, entro il 2013.

La notizia degli aiuti (che per il Portogallo significano la salvezza, dato che a metà giugno Lisbona dovrà sborsare 4,9 miliardi di euro in rimborsi, e senza denaro europeo, non saprebbe come affrontare la scadenza) ha rinvigorito i mercati, anche sulla scia del buon andamento dei Treasuries americani, in ripresa, dopo la fine dell’euforia dei mercati azionari, alla notizia dell’uccisione di Osama Bin Laden.

Tuttavia, dopo un’apertura in positivo, i bond europei hanno un pò ripiegato, forse anche in attesa che arrivino segnali dall’asta trimestrale portoghese dei titoli del debito. Lisbona, infatti, oggi dovrebbe collocare titoli del debito, per un importo tra 750 milioni e un miliardo di euro, con scadenza settembre 2011. Si tratta della prima emissione di trimestrali, dopo quella del 20 aprile scorso, quando i rendimenti schizzarono oltre il 4%, da quasi il 3,7% precedente.

L’asta dei titoli portoghesi, proprio in quanto trattasi del Paese oggetto degli aiuti, può essere un buon indicatore della reazione dei mercati alla notizia del varo del piano di salvataggio, con una possibile discesa dei rendimenti, o comunque un contenimento di ulteriori rialzi, sebbene già fosse scontato sul mercato che il piano sarebbe stato varato.

Sempre oggi verranno poi collocati i Bonos spagnoli quinquennali al 3,25%. Anche l’esito dell’asta spagnola può essere un indice sullo stato di fiducia dei Paesi periferici, per verificare quanto i mercati temano il rischio contagio.

Qualche difficoltà potrebbe derivare dal collocamento, tra ieri e oggi, di parecchi titoli. Ieri, si sono tenute le aste di Olanda, Belgio e Austria.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture