Eurozona, conti pubblici a rischio

4 maggio 2011
Di

Il debito nella zona euro è un crescita e, a quanto pare, nell’anno in corso dovrebbe sfiorare il tetto dell’86,5%, registrando un definitivo +2,4%. Apre con questi dati un’agenzia che ricorda anche come il livello più alto del debito nella zona UE sia appannaggio di Italia, Grecia e Belgio.

La situazione dei conti pubblici appena esplicitata contribuisce alla moltiplicazione della tensione nei mercati dei titoli di Stato. Questo commento, rimarcato dall’Eurotower, si unisce ad un’ulteriore considerazione: “I timori nei mercati finanziari, che si riflettono nei rendimenti dei titoli di Stato, si sono addirittura intensificati nel 2010 e agli inizi del 2011 per alcuni paesi nei quali l’evoluzione delle finanze pubbliche risulta oltremodo negativa”.

Alla situazione cerca di porre un freno la Banca commerciale europea che, in considerazione del documento rilasciato, “chiede l’introduzione di misure politiche e reputazionali oltre a sanzioni finanziarie per promuovere un’osservanza più tempestiva del quadro di sorveglianza” previsto dal Patto di Stabilità. Per approfondire l’argomento si consiglia di leggere l’articolo dell’ADNKronos.

Tag: , ,

Lascia un commento



Letture