Grecia pronta a abbandonare l’euro secondo Der Spiegel: nonostante le smentite la moneta unica crolla

6 maggio 2011
Di

Il settimanale tedesco Der Spiegel ha rivelato, nel pomeriggio di venerdì, che la Grecia sarebbe ormai prossima a prendere una decisione determinante per il futuro della propria economia: abbandonare l’Eurozona per ripristinare una moneta propria e salvare il salvabile delle finanze nazionali. La rivista specificava anche che avrebbe dovuto svolgersi a Lussemburgo una riunione di emergenza dei ministri del tesoro di tutta Europa per affrontare la questione.

Peccato soltanto che la notizia sia stata smentita molto rapidamente sia da fonti tedesche che dallo stesso governo di Atene. Certo, si è comunque svolta una riunione a Lussemburgo, ma sembra che all’ordine del giorno vi siano la discussione dell’uscita dalla BCE del presidente Trichet e la questione Portogallo. La notizia ha comunque determinato un pericoloso crollo per l’euro, quotato alle 19 1,4511 contro il dollaro, e dopo due ore sceso a 1,4319 (risalendo, se pur di poco, nell’ultima mezz’ora).

Secondo Der Spiegel la grecia vorrebbe, con il ritorno ad una propria divisa nazionale, facilitare la ristrutturazione del debito del Paese. Naturalmente il governo tedesco (che il settimanale cita come fonte) avrebbe già calcolato i numerosi rischi che l’uscita della Grecia comporterebbe per tutta l’Eurozona per presentare dei dati alquanto preoccupanti nella riunione ora in corso.

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento



Letture