Piazza Affari, piu’ sereni con Bper e Sias

7 maggio 2011
Di

Non è certo un buon periodo per il mercato delle obbligazioni convertibili quotate a Piazza Affari. Tutt’altro, prima nell’aprile 2010, l’amministrazione straordinaria di Snia, con la sospensione elle quotazioni a tempo indeterminato del titolo e del bond, poi, di recente, le difficoltà in Borsa in cui sono finiti i prestiti rimborsabili in azioni Arkimedica e Cape Live. Tuttavia, senza aspettarsi di trovare tesoretti, il listino italiano delle obbligazioni convertibili presenta qualche alternativa di investimento degna di attenzione, come Bper e Sias. In attesa di verificare se emergeranno briciole per gli obbligazionisti i Snia, di cui è stato avviato il programma di liquidazione, gli investitori sono col fiato sospeso in attesa del newsflow su Arkimedica e Cape Live. Il bond da 28 milioni del gruppo attivo nel settore healthcare, in scadenza fra circa un anno, quota appena 44 punti percentuali. Il che comporta un rendimento effettivo a scandenza di oltre il 70 per cento. Un’enormità, che a capire quanto il mercato veda seriamente a rischio il futuro della società con sede a Cavriago. Non se la passa meglio la convertibile emessa da Cape Live. Rimasti sotto la pressione delle vendite, ha dovuto cedere ancora terreno, ma la black list ufficiosa dei prestiti rimborsabili in azioni non finisce qui. Nonostante tante tristi storie infatti, il listino italiano delle obbligazioni con annessa l’opzione call sulle azioni di un emittente offre diverse opportunità di investimento. Certo, di grandi occasioni non se ne vedono, a meno di accettare rischi significativi. A toglie appeal a tutti i titoli quotati in questo momento è il fatto che i prezzi i conversione, in sostanza, i prezzi a cui si puo’ comprare l’azione sottostante tramite l’esercizio dell’opzione call insita nel bondo, sono in generale molto piu’ alti delle attuali quotazioni delle stesse azioni in Borsa.

Tag: , , , , , , , , , ,

One Response to Piazza Affari, piu’ sereni con Bper e Sias

Lascia un commento



Letture